Testi

19 Dicembre 2019 webmaster Commenti disabilitati su Non si aiutano le donne con le faccende domestiche!

Non si aiutano le donne con le faccende domestiche!

– L’esasperante normalità della disparità –

 

Il verbo “aiutare” presuppone l’intervento a favore di qualcuno, in una situazione in cui dovrebbe cavarsela da solo.

«Ti aiuto coi compiti?» è una proposta che si fa ad un bambino, pur sapendo che non ci si può sostituire completamente a lui: fare i compiti è suo dovere.

Si può aiutare un’amica a superare una delusione d’amore – anche se, si sa, da certe situazioni si esce soltanto con le proprie gambe; si aiuta un collega a scrivere un’e-mail, ma non si “aiutano” le donne con i lavori di casa: non è compito loro.

Un uomo non dove “aiutare” una donna nelle faccende domestiche della casa in cui vivono entrambi, per il semplice fatto che non è un dovere prettamente femminile farsi carico di questo aspetto della vita insieme.

«Che bravo!» è l’espressione sorpresa che si riserva per lodare un uomo prende in mano un aspirapolvere o prepara il pranzo, mentre non si fanno mai i complimenti ad una donna che esce di corsa da lavoro (dove viene pagata mediamente meno dei suoi colleghi di sesso maschile) per andare a prendere i bambini a scuola, fare la spesa e tornare a casa in tempo record. Dove, magari, il marito ha messo a bollire l’acqua per la pasta per “aiutare”.

E finché le mamme continueranno ad insegnare alle figlie a cucinare, mentre il loro fratello aspetta il pranzo seduto a tavola, la grande maggioranza della società continuerà a considerare normale questa situazione. Quindi, cambiare tocca a noi.

 

“Bastava chiedere” è un fumetto da leggere almeno due volte e da mandare ad almeno due amici – anche se non tutti lo capiranno davvero. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10221067493821261&set=a.10221058104786541&type=3&theater

 

 

Scroll to top